VENDUTO ETF KOREA

Abbiamo venduto l’etf Korea.

Lo abbiamo acquistato un po’ di tempo fa: http://petsalvatore.blogspot.it/2014/07/finalmente-torna-positivo-letf-korea.html e http://petsalvatore.blogspot.it/2007/10/venduto-etf-asiapacific-e-acquistato.html.

Avevamo grosse aspettative.

Invece, ha avuto alti e bassi.

Ora dopo quasi 9 anni ci ha stufato.

Forse lo abbiamo venduto anche per comprare altro, visto che non avevamo liquidi.

Il guadagno per il tempo che lo abbiamo tenuto è stato irrisorio all’incirca una cinquantina di euro.

Lo abbiamo venduto a 32,795€ e lo abbiamo acquistato a 31,08€

Continue Reading →


METTI IN AZIONE I TUOI VALORI, DIVENTA SOCIO DI BANCA ETICA

di Ugo Biggeri – presidente di Banca popolare Etica

Il 3 agosto la Consob ha autorizzato la pubblicazione del nuovo prospetto informativo per l’offerta pubblica di azioni ordinarie di Banca Etica. Il Prospetto riapre la possibilità per cittadini, organizzazioni e imprese, in Italia e in Spagna, di aderire al nostro progetto di Finanza Etica diventando soci e socie, sottoscrivendo quindi il capitale sociale.

Essere soci di Banca Etica
Se in finanza il capitale sociale indica il capitale finanziario sottoscritto dai proprietari di una banca, per Banca Etica è certamente questo, ma anche molto di più. Dietro le quote azionarie ci sono persone e progetti associativi e imprenditoriali che vogliono contribuire alla costruzione di un modello di banca che sostiene l’economia reale, alternativo rispetto alla finanza che specula e genera disuguaglianze

Il capitale sociale assume così una forte valenza partecipativa che si traduce nelle dinamiche cooperative proprie del nostro istituto, diventando, grazie alle interazioni tra soci, anche capitale relazionale. I soci hanno così la possibilità di contribuire alla realizzazione degli obiettivi di Banca Etica attraverso diverse iniziative:

  • nell’appuntamento annuale dell’Assemblea dove si vota rispettando il principio “una testa, un voto” o nel processo del credito dove i soci e le socie contribuiscono a verificare l’impatto sociale ed ambientale dei nostri finanziamenti;
  • nei gruppi di soci e socie organizzati a livello locale, dove è possibile condividere i processi che determinano le scelte strategiche della banca, promuovere la finanza etica sul territorio, conoscere altre persone e organizzazioni che si impegnano per un’economia di giustizia;
  • online, attraverso lo scambio di prodotti e servizi – anche con il baratto – su Soci In Rete.

Inoltre, per dare concretezza al principio della mutualità, i soci e le socie di Banca Etica possono accedere ai nostri servizi e finanziamenti a tariffe vantaggiose.

Perché è importante il capitale sociale
Banca Etica ha bisogno di capitale sociale per poter continuare a crescere in modo equilibrato e partecipato. Se vogliamo più finanza etica, per questo diventare socio o sottoscrivere ulteriori azioni fa la differenza:

  • più cresce il capitale sociale, più possiamo erogare finanziamenti all’economia del bene comune e sviluppare un indotto sostenibile fatto di famiglie che scelgono acquisti sostenibili, dalla casa all’automobile, e di imprese che producono occupazione di qualità, rispettano l’ambiente, creano valore per la comunità;
  • più cresce il capitale sociale più si rafforza la nostra natura di banca etica e cooperativa: non raccogliamo capitale sul mercato azionario dove il brand “banca etica” sarebbe sicuramente attrattivo, ma lo raccogliamo tra persone e imprese disponibili non solo a fare un investimento, ma anche a partecipare concretamente ad un progetto di cambiamento.

Per dare valore alla scelta di chi diventa socio o sottoscrive ulteriori azioni abbiamo introdotto la bonus shareun meccanismo di attribuzione di 1 azione aggiuntiva per ogni 20 nuove azioni sottoscritte. E’ un modo per riconoscere da subito anche un ritorno economico a chi sostiene Banca Etica, come in passato abbiamo fatto aumentando il valore delle azioni o il loro sovrapprezzo.

I numeri di Banca Etica
“L’interesse più alto è quello di tutti” è lo slogan che dal 1999 accompagna la nostra azione, con questo spirito ogni anno vediamo crescere l’adesione a Banca Etica in termini di capitale sociale, senza essere guidati da necessità impellenti come recentemente accade in molte realtà finanziarie.

Scegliere di diventare soci significa dare ulteriore spinta ad una banca che, con oltre 50.000 clienti e 38.000 soci, presenta tassi di crescita significativi e costanti, testimoniati anche nell’ultima semestrale:

  • Utile – € 4.490.421 (rispetto ai 974.000 euro del 30/06/2015)
  • Raccolta diretta – € 1.132.289.899 (+5,80% rispetto al 31/12/2015)
  • Raccolta indiretta tramite fondi di Etica Sgr – € 471.630.000 (+7,90% rispetto al 31/12/2015)
  • Impieghi lordi – € 705.380.000 (+3,4% rispetto al 31/12/2015; confronto a una media del sistema bancario italiano che si ferma a un +0,06%)
  • Capitale sociale: € 55.718.355 (+2,5% rispetto al 31/12/2015)
  • CET1 – 12,35%

Metti in azione i tuoi valori
In tanti ci rendiamo conto che occorre cambiare la finanza se vogliamo affrontare i problemi sociali ed ambientali che spesso il sistema finanziario alimenta. Occorre che questa consapevolezza si concretizzi con un impegno preciso.

Sostenere il capitale sociale di Banca Etica è sicuramente un modo efficace per mettere in azione i tuoi valori, scopri come diventare socio o sottoscrivere ulteriori azioni.

 

_____________________________

Messaggio pubblicitario sull’Offerta pubblica di azioni di nuova emissione di Banca Popolare Etica. Prima dell’adesione leggi il Prospetto Informativo – e gli eventuali Supplementi pubblicati nel corso dell’Offerta –  disponibile presso la sede legale, le filiali e i banchieri ambulanti di Banca Etica o nella sezione Offerta pubblica di azioni di questo sito.

Continue Reading →


MOLMED: AUTORIZZAZIONE E +11%

Molmed società biotecnologica con soli due farmaci all’attivo, fa un rialzo del 11,04%.

Cosa è successo?

Oggi la Commissione Europea ha concesso l’immissione in commercio condizionata per uno dei due farmaci, il Zalmoxis: http://www.milanofinanza.it/news/da-ue-ok-a-zalmoxis-molmed-vola-201608220942258015,

Il titolo tuttavia non ha ancora superato la sua prima resistenza a 0,4€.

Se domani dovesse continuare con il rialzo potrebbero esserci buone possibilità di guadagno.

Le prossime resistenze sono a 0,48, 0,65, 0,77 e 0,85€. Continue Reading →


LE CITTÀ’ PIÙ’ VIVIBILI IN AUSTRALIA E CANADA

Le città più vivibili sono in Australia e Canada secondo l’Economist.

Vince Melbourne in Australia, seguita da Vienna e Vancouver.

Nella top ten anche Toronto, Adelaide, Calgary Perrth, Auckland, Helsinki e Amburgo.

Le peggiori tre città sono Damasco, Tripoli e Lagos.

Tra le peggiori 10 su 140 anche Kiev.

In 29 città negli ultimi mesi la vita è peggiorata, tra queste Parigi e Roma.

Le città che migliorano di più invece sono Teheran, Dubai e Harare.

In Europa migliora di più Varsavia.

Continue Reading →


LA COMPETITIVITA' DELLE IMPRESE RESPONSABILI

Negli ultimi anni sono diverse le ricerche che hanno dimostrato che le imprese orientate ai valori della responsabilità sociale di impresa sono anche quelle che conseguono risultati economici migliori, in particolare nel lungo periodo e in fasi di difficoltà macroeconomica.

​Da una recente ricerca sviluppata dalla Fondazione Symbola e da Unioncamere è emerso che il 47% delle imprese italiane maggiormente attente alla sostenibilità ha visto aumentare il proprio fatturato nel 2015 rispetto all’esercizio precedente: tali imprese hanno performato meglio del gruppo composto dalle organizzazioni valutate come meno attente alla responsabilità sociale, che hanno conseguito tassi di crescita inferiori. Il primo gruppo di imprese si dimostra anche più orientato alla creazione di nuovi posti di lavoro, tramite un maggiore tasso di assunzione, con un più elevato livello di esportazioni e di investimenti. In tale ambito risulta un fattore strategico quello di creare legami coesivi e solidi con i territori e le comunità locali.

L’approccio al credito di Banca Etica favorisce proprio questi soggetti virtuosi, essendo orientato all’individuazione di organizzazioni che mirano a sviluppare non solo valore economico ma anche impatti sociali e ambientali positivi. Per fare ciò Banca Etica, fin dalla propria nascita, si è dotata di una rigorosa politica del credito e di un innovativo modello di valutazione sociale, strumenti finalizzati a supportare il processo di selezione delle organizzazioni più responsabili e più coerenti con i valori di riferimento della Banca.

Banca Etica concentra la propria attività di finanziamento su progetti finalizzati all’inclusione sociale, alla valorizzazione dei lavoratori, al rispetto delle diversità, alla promozione della legalità e alla tutela dell’ambiente. Questa selezione dei finanziamenti ha permesso a Banca Etica di conseguire un elevato livello di qualità del credito,come dimostra il suo un tasso di sofferenze ben inferiore alla media del settore bancario italiano.

Scopri di più sull’approccio al credito di Banca Etica all’interno del nostro Bilancio Sociale 2.0.

Continue Reading →


DAGONG MANTIENE AL MASSIMO LIVELLO LA SVIZZERA E A B+ LA MONGOLIA

Dagong mantiene il rating della svizzera ad AAA stabile.Mantiente anche quello della Mongolia a B+: http://en.dagongcredit.com/ratingAnnouncement/countryList.html. Continue Reading →


NEUROSOFT: AZIONISTA RILEVANTE COMPRA E VENDE

Avevamo già segnalato i movimenti di un’azionista rilevante: http://petsalvatore.blogspot.it/2016/07/i-titoli-che-stiamo-seguendo.html.

Da quel momento il titolo ha avuto un piccolo rialzo: http://petsalvatore.blogspot.it/2016/07/neurosoft-guadagna-il-1233.html.

Oggi sempre acquisti da parte di un azionista importante.

Prima compra 1000 azioni a 1,8€ e poi ne vende 25.000 a 2,85€.

Per noi Neurosoft è da MANTENERE: http://petsalvatore.blogspot.it/2015/12/aim-italia-i-risparmiatore-lo-guardano.html.

Continue Reading →


IN ITALIA IL 97% DELLE FAMIGLIE PEGGIORA IL PROPRIO REDDITO

In tutte le economie occidentali e in quella del Giappone la maggior parte delle famiglie peggiora il proprio reddito disponibile negli ultimi 10 anni secondo il rapporto McKinsey.

Questo non era mai accaduto dal dopoguerra.

La peggiore è l’Italia con il 97% delle famiglie che peggiora.

Solo la Svezia si salva con solo il 20% delle famiglie che ha un peggioramento del proprio reddito disponibile.

La Svezia si salva grazie alle politiche sociali.

Ecco perché in Italia è indispensabile un reddito di cittadinanza.

Continue Reading →


IN ITALIA IL 97% DELLE FAMIGLIE PEGGIORA IL PROPRIO REDDITO

In tutte le economie occidentali e in quella del Giappone la maggior parte delle famiglie peggiora il proprio reddito disponibile negli ultimi 10 anni secondo il rapporto McKinsey.

Questo non era mai accaduto dal dopoguerra.

La peggiore è l’Italia con il 97% delle famiglie che peggiora.

Solo la Svezia si salva con solo il 20% delle famiglie che ha un peggioramento del proprio reddito disponibile.

La Svezia si salva grazie alle politiche sociali.

Ecco perché in Italia è indispensabile un reddito di cittadinanza.

Continue Reading →


ITALIA CRESCITA ZERO, IN DEFLAZIONE E CON NUOVO RECORD DEL DEBITO PUBBLICO

Il Pil dell’Italia è rimasto invariato rispetto al trimestre precedente.

Su anno il Pil cresce solo dello 0,7% nettamente meno della crescita del Pil degli altri Paesi (chi fa peggio cresce del’1,2%) e soprattutto meno delle previsioni: http://www.istat.it/it/archivio/189844.

L’talia rimane in deflazione (è da febbraio che i prezzi scendono): http://www.istat.it/it/archivio/189794.

Il debito intanto sale a 2.448,8 miliardi e fa segnare un nuovo record.

Continue Reading →


Utilizzando www.mutuifinanzablog.it, accetti la nostra policy di uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione.
Leggi la policy